Skip to content


27 Ottobre – dibattito su Autogestione e Federalismo libertario

Posted in Ateneo Libertario.


20 Ottobre: 1977, l’anno del Big Bang

Posted in Ateneo Libertario.


Mercoledì 18 Ottobre, presentazione del libro “Pioniere e rivoluzionarie”

Posted in Ateneo Libertario.


7 OTTOBRE 2017 – LIBERTA’ PER TUTTE LE PRIGIONIERE E TUTTI I PRIGIONIERI POLITICI INCARCERATI NELLE GALERE TURCHE

 L’OPPRESSIONE È GLOBALE LA SOLIDARIETÀ SARÀ INTERNAZIONALISTA

NOI NON ABBIAMO DIMENTICATO che l’esordio della dittatura a viso aperto in Turchia fu l’elezione di un guappo del Fondo Monetario Internazionale – Recep Tayyip Erdoğan – che promise e realizzò riforme lacrime e sangue, cancellando con un colpo di spugna i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori, per accontentare la finanza internazionale, nel nome dell’Austerity.

NOI NON ABBIAMO DIMENTICATO che la protesta popolare e spontanea aggregatasi nel 2013 in piazza Taksim e presso Gezi Park fu stroncata dalla più feroce e brutale repressione, annegata nel sangue del compagno quindicenne Berkin Elvan e nelle migliaia di anni di prigione comminati a quanti avevano osato alzare la testa davanti al tiranno, bollati da giudici e giornali di regime – in perfetta aderenza col linguaggio politichese giuridico ormai di moda anche in Italia – come terroristi.

NOI NON ABBIAMO DIMENTICATO la pronta adesione di Erdogan al programma d’espansione dell’imperialismo saudita, spalleggiato dagli USA e dall’Unione Europea con consistenti invii di armi, molte delle quali prodotte in Italia, con grande soddisfazione dell’imprenditoria della morte nostrana.

NOI NON ABBIAMO DIMENTICATO il sostegno di Erdogan al Daesh, lo Stato islamico, la punta di diamante della penetrazione saudita in Iraq e Siria. Non abbiamo dimenticato le lunghe colonne di camion cisterna che dalla Siria e dall’Iraq portavano in Turchia il petrolio venduto dalle milizie del terrore al loro protettore di Istanbul; il petrolio sporco del sangue di decine di migliaia di donne Ezide assassinate, vendute come schiave, stuprate e torturate dai miliziani di Daesh; il petrolio che passando per la Turchia e per Israele veniva ricettato da “eroi del nostro tempo” (o imprenditori, se preferite) italiani ed europei.

NOI NON ABBIAMO DIMENTICATO che nella corsa all’islamizzazione in salsa capitalistica del suo disgraziato paese, Erdogan non rinunciò a strumentalizzare gli attentati di Cizre, di Ankara e di Suruç, costati la vita a decine di compagni (e tra questi i libertari Alper Sapan e Evrim Deniz Erol), per appiattire qualunque opposizione nella comoda definizione di ‘terrorismo’. Non abbiamo dimenticato i giornali soppressi, i militanti arrestati, la libertà di pensiero azzerata.

Continued…

Posted in Comunicati.


23 Giugno: Anarchia non vuol dire bombe ma uguaglianza nella libertà

Posted in Ateneo Libertario.


17-18 Giugno. “Librarsi”: editoria libertaria in mostra

LIBRARSI

editoria libertaria in mostra

presso Biblioteca Chiesa Rossa

via s. Domenico Savio 3, Milano (fermata MM2 – Abbiategrasso)

SABATO 17

h. 11  Apertura mostra

h. 12  Tra foodporn e slowfoood: mangiare ha un valore politico? con Andrea Perin

h. 13  Pausa pranzo

h. 14 – 16: un maestro gioca partite a scacchi in simultanea

h. 16- Presentazione del Graphic Novel Un filo destatedi Emanuela Mapelli e Daniele Condemi Ed.ZeroSismico a cura della Libera Associazione Rousseau

h. 16- Animazione bambini a cura della Libera Associazione Rousseau

h. 17  ‘Cultura di pace e militarizzazione della Sardegna’: ce ne parla chi ha seguito le recenti mobilitazioni contro le basi

h. 18  Presentazione del libro ‘Anarchici a Milano’ (ZIC) con l’autore Fausto Buttà

h. 19 ‘Non ci sono poteri buoni’, Paolo Finzi parla di Fabrizio De Andrè

h. 20 Pausa cena

h. 21,30 Concerto

DOMENICA 18

h. 11 Apertura mostra

h. 11 – 13 Spazio autogestito

h. 13 Pausa pranzo

h. 14 – 16: un maestro gioca partite a scacchi in simultanea

h. 16 Dibattito intorno ai temi della ‘questione di genere’ in ambito educativo e sociale con presentazione de ‘La società de/generata’ (Nautilus) a cura di Paolo Masala

h. 17 Dibattito su ‘Influenze religiose e laicità della vita nella comunità’ con presentazione de ‘La piovra vaticana’ (La Fiaccola) a cura di Daniele Ratti

h. 18 Acqua significa sete, ma anche agricoltura, industria, energia. La negazione o l’accesso alle risorse idriche è una delle chiavi di volta per leggere gli attuali conflitti armati in particolare in Medio Oriente. Ce ne parla l’attivista curda Hazal Koyuncuer.

h. 18,30 Conclusione con il coro ‘Fà&desfà -L’è tut un laurà’ (fare e disfare è tutto un lavorare) che propone canti popolari del lavoro.

è un’iniziativa delle edizioni

Eleuthera

Inquietudes

Zero in Condotta

 

 

Posted in News.


26 Maggio: il piacere dell’azione diretta …

Posted in Ateneo Libertario.


18 Maggio: ANTOLOGAIA, narrazione queer dagli anni ’70 ad oggi …

Posted in Ateneo Libertario.